La Traviata (2012)

Salvatore Caputo:

Studia nella cittá di Salermo lettere moderne, direzione corale e pianoforte. Dal 1997 al 2000 é aiuto maestro del coro presso il teatro rendano di consenza. Nel marzo 2000 é stato invitato dal teatro comunale di firenze per rioprire il ruolo di aiuto maestro del coro.

Invitato nel febbraio 2005 al teatro colon di Buenos Aires per ricoprime il ruolo di direttore del coro, ottiene inmediatamente con il Requiem di Verdi sucesso di critica e di pubblico. Nella stagione 2006 ottiene grandi successi nella realizzazione dei Vespri Siciliani di Verdi, Boheme di Puccini, 2º Sinfonia (Resurrezione) di Mahler eseguita in commemorazione dei trentaannni del colpo di stato in Argentina, Nozze di Strwinsky, Turandot e un memoriabile Boris Godunov nella versione completa. Vince il premio associazione critici argentini come miglior coro polifonico stagione 2005. Inizia nell´ottobre 2005 una feconda collaborazione con I´istituto superiore d´arte del teatro colon, dettando masterclass nel repertorio lirico italiano.

Nel corso della sua carriera ha partecipato a molte tournée nelle principali cittá italiane e capitali straniere. Nel 1999 é a new york, toronto, Dallas, Chicago, Orlando. Nel 2001 é a Tokyo.

Nel 2003 é a Cittá del Cairo, Parigi di Verdi-Mehta.

Violetta: Florencia Fabris (soprano)

Alfredo: Nazareth (tenore)

Germont: Gustavo Feulien (baritono)

Dottore: Juan Barrile (basso)

Annina: Ana Larreategui (mezzsoprano)

Barone: Cristian Maldonado (baritono)

Gastone: Ferrigno (tenore)

Pianista: Marcela Ayub

Director: Salvatore Caputo (introduccion a la opera 30´, con el público)

Argumento:

Basada en la obra de alejandro Dumas " la dama de las camelias", la accion trasncrre en Paris y sus alrededores a mediaso del siglo XIX. Violetta Valery, una distinguida cortesana, da una fiesta en su mansión.

Uno de los ultimos en llegar es Gatón, acompañado de su amigo Alfredo Germont, quien desde hace tiempo desea comocer a Violetta. Esta se enamora de Alfredo, abandona completamente su alocado estilo de vida ordenada, y se van a vivir a una uinta. El padre de alfredo intente que su hijo vuelva a la vida ordenada, y convencido que el amor puede mas que su autoridad, se humilla y ruega a la amada de su hijo que termine aquella relacion en tanto perjudica a Alfredo. Viioletta convence la anciano de la sinceridad de su amor y, sacrificandose por el bien de su amdao, abandona la casa dejando escrita una carta frivola y cruel. Alfredo, herido por el desengaño y los celos, ofende grave y publicamente a Violetta; entonces su padre le explica lo sucedido y la grandeza del amor de ésta.

Alfredo va a ver a Violetta para suplicarle su perdón. Ella está muy enferma, solo le quedan unas pocas horas de vida. Juntos recuerdan la epoca buena de su amor y Violetta muere en sus brazos.